Acrilamide nel piatto: la storia continua

L’allerta “acrilamide nel piatto” comincia nei primi anni del 2000: la sostanza si forma nei cibi ricchi di amido cotti rapidamente ad alte temperature (150°C e oltre), come le patatine fritte e i biscotti. Lo scorso 11 dicembre a Bruxelles l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) ha organizzato un incontro con le parti interessate…

http://www.sicurezzanutrizionale.org/2014/12/31/acrilamide-nel-piatto-la-storia-continua/